Il documento riporta la serie storica dell’Indice azionario Mediobanca dal 1928 al 2018, sia nella versione a corsi secchi che total return, cioè con il reinvestimento dei dividendi, entrambe calcolate anche in termini reali. L’analisi si sofferma sulle diverse ipotesi di calcolo dei rendimenti annuali conseguiti riportando, tra l’altro, i principali ribassi e rialzi: numericamente sono stati maggiori i periodi di crescita del mercato azionario (54 annate) rispetto a quelli di flessione (37). Infine, l’esito di un investimento in azioni, condizionato dall’orizzonte e dal momento storico in cui avviene, è posto a confronto con uno in BOT, ovvero privo di rischio sul mercato monetario, risultando, quest’ultimo, insoddisfacente a causa dell’impatto dell’inflazione. Un secondo documento contiene la “replica”, avvenuta nel 2003, ad alcuni interrogativi posti all’Ufficio Studi Mediobanca relativamente alla metodologia di calcolo degli indici presentati.