Skip to main content
Image hero detail event

About us

Area Studi Mediobanca

L’Area Studi di Mediobanca raccoglie oggi sotto un solo cappello due realtà: L’Ufficio Studi di Mediobanca e Ricerche e Studi  S.p.A – R&S (controllata 100% da MB).

L’attività core dell’Area Studi è la realizzazione di analisi economico – finanziarie, alcune delle quali affondano le radici al 1946, quando Mediobanca iniziò a rendere disponibili ad investitori privati e istituzionali elaborazioni di dati ed analisi con l’intento di contribuire alla trasparenza del mercato finanziario. Le pubblicazioni più longeve sono «Indici e dati relativi ad investimenti in titoli quotati» edita dal 1947; il «Calepino dell’azionista» dal 1956; «Dati cumulativi di società italiane» dal 1962; «Le principali società italiane» dal 1966.

Nel 1970 Mediobanca costituisce una nuova società, Ricerche e Studi  SpA – R&S, per sviluppare in Italia gli studi economici e finanziari sulle imprese e sui mercati. Si tratta di studi che Mediobanca ha condotto fin dalla sua costituzione e che in quell'anno ritenne di valorizzare ulteriormente promuovendo un team di ricercatori specializzati.

Oggi Ufficio Studi e R&S lavorano come un’unica entità con una piena integrazione di metodi e competenze che dà origine a pubblicazioni e Focus resi disponibili sul proprio sito.

L’attività di studio poggia da sempre sull’analisi dei bilanci e documenti ufficiali la cui raccolta è stata sin dagli inizi demandata all’Archivio Studi, che ancora oggi assolve gli stessi compiti.

A queste attività dal 2012 si è aggiunto un tassello che riguarda la gestione del patrimonio archivistico e bibliografico della banca. È stato infatti creato l’Archivio Storico di Mediobanca, con l’incarico di preservare e rendere consultabile il patrimonio documentario dell'impresa, frutto di abilità tecnica e della rete nazionale e internazionale di relazioni che hanno consentito lo sviluppo della banca nel panorama economico e finanziario. L’archivio è di prossima apertura al pubblico.

Il patrimonio bibliografico costituito dal Fondo Mediobanca e dal Fondo Mignoli è stato catalogato tra 2012 e 2014.